16/09/2017

16° LAGHI E CASTELLI 2017

16°  Edizione      LAGHI  E  CASTELLI

             Memorial   Tomassini       16-17 settembre   2017

                       

                     La nostra TERRA, e, scusate le maiuscole, è davvero unica a tal punto che ci possiamo, come Club di Auto Storiche, permettere di organizzare per la sedicesima volta l’appuntamento LAGHI e CASTELLI “ Manifestazione  a calendario nazionale A.S.I. Turistico-Culturale, Trofeo Marco Polo  e portarci, unitamente agli altri partecipanti che giungono da varie parti d’Italia, a visitare l’ennesimo castello che domina l’ennesimo borgo della provincia reatina.

                 Parliamo di Collalto Sabino paese appartenente al Club “ I borghi più belli d’Italia” e dell’omonimo castello che dagli oltre 1000 metri di altitudine domina la piana del cavaliere e che nel tempo ha costituito valido punto di difesa, ubicato com’era al confine tra il Regno Borbonico e lo Stato Pontificio.

                 Ma il racconto non può partire dalla fine dato che la manifestazione del CAR è iniziata sabato 16 con il raduno dei partecipanti in piazza Mazzini.

                Sessanta equipaggi con una grande varietà di vetture tra le quali“oltre alle solite marche nazionali,( Ferrari compresa) anche varie Porsche e, da notare, come fossero rappresentate, quasi al complete, le spider inglesi con Triumph  MG  Sumbeam ed Morgan.

                Dopo gli adempimenti delle iscrizioni, il gruppo è stato accompagnato alla visita della Rieti sotterranea dall’ideatrice di questo percorso Rita Giovannelli che lo ha guidato lungo il viadotto romano del  III° secolo in quelli che attualmente sono i sotterranei dei palazzi patrizi.

               Esperienza purtroppo di breve durata visto che, a seguire, era in programma :la visita al santuario di Fonte Colombo”Sinai francescano” perché qui Francesco dettò la regola dell’Ordine.

               Dimenticavo: siamo nella Valle  Santa.!!!!!

               Poi, per finire questa prima giornata, tutti da “ Il Bersagliere.”ristorante tipico con sani prodotti locali.

               E siamo alla domenica; solito raduno ,solita piazza Mazzini, dalla quale si parte in direzione lago del Turano, Castel di Tora e non voglio parlare del lago e della strada che lo costeggia: splendido il lago e semplicemente da cartolina gli scorci che si ammirano percorrendo la provinciale.

             Voglio invece soffermarmi sulla tappa a Pietraforte di Pozzaglia piccolissimo agglomerato di case, ma con tanto di castello (confesso la mia ignoranza,non ne conoscevo l’esistenza) comunque non più di sessanta, settanta anime che credo stessero tutti in piazza ad accoglierci con slancio, calore e …   deliziosi dolcetti e crostate fatte da mani esperte e sapienti.

             Accoglienza che nessuno dei partecipanti dimenticherà. GRAZIE.

             Ma torniamo a Collalto,che raggiungiamo dopo aver percorso una tortuosa strada immersa tra cerri e castagni e che è costituito da bianche case in pietra attraversate da stradine in ciottoli del tutto uguali a quelle dei secoli scorsi .che ci riportano indietro nel tempo come se lo stesso non fosse mai trascorso.

             Ora siamo dinanzi al castello che,come ci informa la guida,risale al X secolo quando furono realizzata la cerchia muraria , il torrione, il ponte levatoio;ed il tutto, con le possenti torri squadrate, incute ammirazione e rispetto.

            Molto interessante la sala principale e ancor di più la biblioteca, “un unicum;.

peccato che essendo abitato il castello sia visitabile solo in parte;comunque tutto O.K.

            Tornando al CAR .ed al memorial Bruno Tomassini a seguire  si è effettuata una prova di abilità costituita da un percorso tra birilli che ha visto prevalere Basilici su Citroen 2cv che, unitamente al secondo e terzo classificato, è stato premiato dai famigliari di Bruno Tomassini cui è dedicato il trofeo.

            Premiazione avvenuta presso il “Ristorante Il Poeta”ove si è consumato il pranzo-locale poco distante da Collalto situato a ridosso di un corso d’acqua e con un perfetto tappeto erboso di un “verdissimo” colore

           In conclusione: ho capito che tutti i partecipanti all’evento sono restati soddisfatti quindi ….con fiducia…. appuntamento al prossimo anno.

 

 

 

Ad  Maiora