23/09/2018

GIORNATA NAZIONALE VEICOLI D'EPOCA

Attesa per la Giornata nazionale del veicolo d’epoca

Sono numerosi i club federati Asi che hanno sposato con entusiasmo l’idea della Giornata nazionale del veicolo d’epoca.  In molte piazze italiane, da nord a sud, da est a ovest, verranno allestiti gazebi  in spazi riservati con esposizione di auto e  moto d’epoca. L’idea è nata  per richiamare l’attenzione verso il motorismo storico, sia in termini di collezionismo,  che di salvaguardia  e tutela del patrimonio motoristico nazionale. Con questa iniziativa si vuole altresì fare avvicinare la popolazione e soprattutto i giovani al mondo delle auto e moto storiche. L’appuntamento è fissato per domenica 23 settembre nelle piazze di tutta Italia. Un’occasione importante per i club  chiamati  a rappresentare sul loro territorio l’Automotoclub Storico Italiano.

                       

 

 

  “Non abbiamo petrolio e miniere,ma possiamo primeggiare nel mondo con la fantasia” con queste parole di un certo Enzo Ferrari, il Presidente del Senato,Maria Casellati, ha aperto i lavori del convegno che in data 20 settembre si è svolto a palazzo madama con oggetto “Futuro del Motorismo Storico”.

                              La Casellati ha poi proseguito dicendo”le nostre auto e le moto d’epoca non sono semplici mezzi di trasporto, ma espressione di libertà ,velocità ,dinamismo,creatività”   ed ancora……..”evocano.… …….anche i paesaggi,i colori,gli odori e persino i sapori del made in italy”………….”valutate all’estero come vere opere d’arte”………..definite  sculture in movimento degne di essere esposte al Moma di New York “  concludendo poi…….“il patrimonio culturale ed artistico del motorismo storico non ha pari al mondo; e anche per questo deve essere salvaguardato,tutelato,divulgato e sviluppato”.

                             Parole che devono aver riempito di orgoglio il nostro Presidente Speziali che ha ricordato come il veicolo storico rappresenti anche una crescita economica per il nostro paese sia attraverso il settore legato alla manutenzione ed al restauro che a quello turistico che si attiva con le varie manifestazioni,e che genera un giro d’affari superiore ai due miliardi di euro!!!!

                            Anche per questo non possiamo non domandarci perché a livello nazionale ,ed, ancora più a quello regionale,ci si ostini a sottoporre “questo mondo” a continui balzelli, quando invece dovrebbe essere usato come aggregante soprattutto per le nuove generazioni.

                            E’anche per ciò ma soprattutto per far conoscere “alla Gente” ed ai giovani i valori della nostra associazione che l’Automotoclub Storico Italiano per il giorno 23 settembre ha indetto la “Giornata Nazionale del Veicolo Storico” che si è tenuta in varie piazze italiane.

                           Anche NOI del C.A.R. (club auto storiche Rieti) abbiamo portato sulla piazza principale della nostra città, in una mostra statica, alcune vetture e con orgoglio possiamo dire che hanno destato molto,molto interesse –su tutti-ed in molti ci hanno chiesto notizie e spiegazione non solo sulle vetture esposte ma sugli scopi e finalità della nostra Associazione.

                           Possiamo dire di aver raggiunto lo scopo:

 Ad  Maiora